Led UV-C

Le lampade germicide sono degli apparecchi che sfruttano i raggi ultravioletti per sterilizzare le superfici degli oggetti uccidendo gli agenti patogeni presenti su di essi.

Fino a oggi la produzione dei LED UV focalizzava la sua attenzione nelle lunghezze d’onda da 315 a 400 nm (UV-A) utilizzati soprattutto in processi fotochimici. Negli ultimi anni, alcuni produttori hanno iniziato a rendere disponibili LED UV con emissione centrata intorno ai 265 e 275 nm che rientra nella fascia di massima efficacia germicida.

Questa generazione di dispositivi ha potenze di emissione relativamente contenute: tipicamente nell’intorno dei 60 milliwatt (mW) con alcuni casi in cui si raggiunge il centinaio di mW. Ma hanno sicuramente spazio per crescere in potenza di emissione. Oggi, i laboratori di ricerca dei produttori di LED sono stimolati da una domanda effervescente con un potenziale mercato in crescita. La strada percorsa dalla tecnologia dei LED dal loro primo ingresso nel mondo della illuminazione, nell’intorno del 2010, a oggi, ha visto crescere la potenza emessa da poche centinaia di milliwatt a qualche watt in un singolo chip. Anche per i LED UV-C si può ottenere, grazie alla ricerca, un miglioramento delle prestazioni.

Tecnologia Led

Grazie allo sviluppo della tecnologia LED sono state di recente sviluppate lampade con emissione UV-C tipicamente nell’intervallo 260-280 nm in sistemi portatili e per un’ampia gamma di applicazioni, anche per uso domestico e non professionale. A differenza delle tradizionali lampade fluorescenti UV-C a mercurio, in genere i sistemi LED UV-C hanno bassa potenza; se utilizzati a distanza di pochi centimetri sono in grado di produrre una dose germicida efficace con durate espositive comparabili a quelle richieste per le lampade tradizionali.

Continua a leggere.